Calendario Eventi I Feel Good Finale

SOCIAL NETWORK

STATUTO

  CENTRO INTEGRATO DI VIA

ART. 1
E’ costituito ai sensi degli artt. 2612 e seguenti del Codice Civile un Consorzio con Attività Esterna denominato:
"I FEEL GOOD FINALE".

ART. 2
La sede del consorzio è stabilita in Finale Ligure (SV), Via Brunenghi n. 143. L’Assemblea, con propria delibera ha la facoltà di trasferire la sede del Consorzio e di istituire sedi secondarie. Il Consiglio Direttivo ha facoltà di istituire altri uffici e sopprimerli.

ART. 3
Il consorzio non ha fini di lucro ed ha per oggetto:
- la valorizzazione delle potenzialità economiche dei consorziati e dell’area del centro integrato di via, mediante attività di propaganda e valorizzazione delle attività a carattere turistico, commerciale e produttivo in genere;
- la tutela degli interessi economici e professionali dei consorziati;
- la rappresentanza e la tutela dei consorziati nei rapporti con le autorità locali di governo e di controllo, con altri Enti e/o Associazioni;
- lo sviluppo di attività contrattuali consortili nei rapporti con i terzi, in particolare fornitori;
- lo studio e l’attuazione d’iniziative volte alla qualificazione commerciale e professionale dei consorziati, anche mediante idonea attività formativa;
- l’attuazione di azioni promozionali, pubblicitarie, di stampa, studio di marchi e insegne comuni.

Per realizzare il proprio oggetto il Consorzio potrà svolgere tutte le attività commerciali, finanziarie, imprenditoriali, mobiliari e immobiliari ritenute più opportune, ad esclusione delle attività per cui esistono riserve di legge, anche attraverso la costituzione e l’acquisizione di partecipazioni in società o l’adesione ad associazioni, consorzi o altri enti aventi finalità affini.

ART. 4
La durata del Consorzio è fissata fino al 31 dicembre 2030, salvo proroga o anticipato scioglimento deliberato dall’Assemblea dei consorziati.

ART. 5
La quota di iscrizione di ogni Consorziato viene deliberata dal Consiglio Direttivo. Il fondo consortile è rappresentato da tutte le somme versate. Il fondo potrà essere accresciuto mediante ulteriori apporti di denaro da parte degli stessi consorziati e in particolare:
- un contributo fisso annuo;
- contributi specifici, sulla base di preventivi di spesa, entrambi deliberati dal Consiglio Direttivo.

I versamenti potranno essere effettuati dai consorziati, su delibera del Consiglio Direttivo, per importi eguali per ciascun consorziato o sulla base delle prestazioni offerte ai singoli consorziati o proporzionalmente da indicatori di capacità economica approvati dal Consiglio Direttivo stesso. Nel caso di versamento tardivo rispetto ai termini fissati dal Consiglio Direttivo saranno dovuti altresì gli interessi al tasso legale.

In caso di recesso o esclusione, il consorziato è comunque tenuto a versare il contributo gestionale annuo deliberato dall’Assemblea per l’anno in cui avviene il recesso. L’impegno e l’utilizzazione del fondo consortile sono deliberati dal Consiglio Direttivo, i beni acquistati con mezzi tratti dal fondo consortile faranno parte del fondo stesso.
Allo scioglimento del Consorzio il fondo consortile residuo si ripartisce fra i consorziati in proporzione delle rispettive quote di partecipazione.
La cessione di quota di partecipazione al Consorzio a terzi estranei al consorzio stesso o tra consorziati dovrà essere approvata dal Consiglio Direttivo.
Possono far parte del Consorzio commercianti, artigiani, esercenti, imprenditori e liberi professionisti che esplichino la loro attività nel Comune di Finale Ligure.

ART. 6
La domanda di ammissione deve essere presentata per iscritto al consorzio e contenere la dichiarazione di accettazione di tutte le norme e gli obblighi derivanti dallo Statuto e dal Regolamento. La sua accettazione è subordinata al parere insindacabile del Consiglio Direttivo che potrà deliberare anche in merito alla data a partire dalla quale l’ammissione avrà effetti giuridici. Le stesse norme si applicano alle domande di recesso.
Il Consorziato ha l’obbligo di osservare le deliberazioni e le direttive adottate e impartite dai competenti organi sociali.

ART. 7 - Recesso
Ogni consorziato può recedere dal Consorzio previa comunicazione con lettera raccomandata a.r. da spedire presso la sede.
Gli effetti del recesso decorreranno dal 1° gennaio successivo a quello del ricevimento della lettera raccomandata.

ART. 8 – Esclusione
Sono esclusi di diritto i consorziati che sono stati dichiarati interdetti, inabilitati, falliti o assoggettati a procedura concorsuale.
Inoltre il Consiglio Direttivo può escludere il consorziato che non provvede al pagamento del contributo fisso e/o specifico come previsto dall'art.5.

ART. 9
Sono organi del Consorzio:
- Consiglio Direttivo;
- Assemblea dei Consorziati

ART. 10
L’Assemblea è costituita da tutti i consorziati. Essa è convocata presso la sede sociale, o anche, altrove, in via ordinaria entro la fine del mese di marzo di ogni anno, in via straordinaria ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo riterrà opportuno, oppure su richiesta scritta di almeno un terzo dei consorziati.

L’Assemblea è convocata tramite lettera o a mezzo fax o per via telematica almeno cinque giorni prima della riunione. L’invito deve contenere l’indicazione del luogo, del giorno, dell’ora della riunione, nonché l’ordine del giorno con l’indicazione degli argomenti da trattare.
L’Assemblea è validamente costituita in prima convocazione quando sia presente almeno la metà dei consorziati in proprio o per delega; in seconda convocazione, da tenersi almeno 24 ore dopo la prima, qualunque sia il numero dei presenti e delibera a maggioranza degli stessi, eccettuate le deliberazioni che hanno per oggetto la modificazione dello Statuto, per le quali è necessario il voto favorevole della maggioranza assoluta dei consorziati aventi diritto al voto.
Hanno diritto di voto solo in consorziati in regola con le quote consortili.
L’Assemblea è presieduta dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente, e in caso di assenza di entrambi, dal più anziano di età tra i presenti del Consiglio Direttivo, assistito da due scrutatori scelti tra i consorziati presenti e da un Segretario estensore.
Il verbale viene firmato dal Presidente dell’Assemblea, dal Segretario estensore e controfirmato dai due scrutatori.

Ogni consorziato potrà delegare coniuge, figli, soci nell’attività, dipendenti od un altro consorziato a rappresentarlo. Ogni votante non potrà avere più di due deleghe. L’Assemblea elegge i membri del Consiglio Direttivo ed i Revisori dei conti, se necessari. Il Consiglio Direttivo elegge tra i propri membri il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario con funzioni di Tesoriere.
Risultano elette le persone che abbiano conseguito più voti.
L’Assemblea approva il rendiconto annuale ed il bilancio preventivo; delibera sulle modificazioni statutarie e su tutti gli altri oggetti attribuiti alla sua competenza; approva il regolamento interno.

ART. 11
Le votazioni sono di regola effettuate per appello nominale; soltanto per decisioni relative ai consorziati (ammissioni, esclusioni, ecc.) si può effettuare la votazione a scrutinio segreto. Questa seconda formula è applicata a giudizio insindacabile del Presidente, sentito il parere dell’Assemblea.

ART. 12
Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di 5 membri ad un massimo di 7, eletti solo tra i rappresentanti legali dei consorziati o, in caso di imprese individuali o familiari, il consorziato o il coniuge o i figli dello stesso, purché operanti nell’impresa familiare. Il Consiglio Direttivo resta in carica per un triennio ed è rinnovabile.
Il numero dei consiglieri (da 5 a 7) verrà stabilito dall'Assemblea all'atto della nomina.
Il Consiglio Direttivo, presieduto dal Presidente, si riunisce di norma ogni due mesi ed ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o nel caso ne venga fatta richiesta da almeno tre membri. La riunione verrà convocata con lettera o a mezzo fax o per via telematica almeno 48 ore prima, con l’indicazione del luogo, della data e dell’ordine del giorno della riunione. Per la validità della riunione è necessaria la presenza della maggioranza assoluta dei consiglieri, mentre per la validità delle decisioni è necessaria la maggioranza dei presenti.
Il verbale delle deliberazioni sarà trascritto sull’apposito libro e sarà firmato dal Presidente della seduta e dal Segretario.

ART. 13
Spetta al Consiglio Direttivo:
- promuovere, deliberare ed attuare i provvedimenti necessari per il conseguimento dei fini statutari seguendo eventuali direttive stabilite dall’Assemblea;
- nominare e/o assegnare incarichi a persone interne o esterne;
- presentare all’Assemblea il bilancio preventivo e il bilancio consuntivo, per l’approvazione; - fissare la quota d’iscrizione e le altre quote da richiedere ai consorziati;
- eleggere tra i propri membri, il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario con funzioni di Tesoriere.
Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, all’infuori di quelli attribuiti all’Assemblea dallo Statuto o dal Regolamento.
A cura del Consiglio Direttivo entro due mesi dalla chiusura dell’esercizio annuale dovrà essere redatta la situazione patrimoniale.
Il Presidente ha la legale rappresentanza del Consorzio di fronte ai terzi ed in giudizio.
Egli impartisce le disposizioni necessarie per l’attuazione delle deliberazioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo e vigila sull’andamento del Consorzio.
Il Presidente può delegare uno o più consiglieri per alcune mansioni che gli sono attribuite dallo Statuto.
In caso di assenza sarà sostituito dal Vice Presidente.
In caso di dimissioni del Presidente, se accettate dall’Assemblea dei consorziati, il Vice Presidente che lo sostituisce provvederà entro 30 giorni alla convocazione dell’Assemblea per procedere all’elezione del nuovo Presidente.

ART. 14
In considerazione degli scopi del Consorzio che escludono ogni fine di lucro, i partecipanti rimborseranno annualmente al Consorzio stesso tutte le spese del suo funzionamento in modo che l’esercizio si chiuda sempre senza utili né perdite.
E’ comunque tassativamente vietata qualsiasi distribuzione di utili.

ART. 15
Salvo eventuali rimborsi spese, le cariche di Presidente e di Vice Presidente e Consigliere sono gratuite.

ART. 16
Qualsiasi controversia relativa al presente Statuto e/o Regolamento e/o ad ogni eventuale altro patto consortile e ad ogni rapporto, documento, atto e/o fatto da essi derivante e/o ad esso connesso o comunque insorgente tra il Consorzio e/o i suoi organi e/o uno o più Consorziati e/o tra questi ultimi e/o loro aventi causa, in connessione a rapporti inerenti il Consorzio (comprese quelle relative a questioni di interpretazione, validità, esecuzione, inadempimento, risoluzione, estinzione, pregiudiziali, di competenza o altre), che non fosse possibile comporre direttamente in via di bonaria definizione, è deferita in via esclusiva alla decisione di un unico arbitro amichevole compositore che opererà quale mandatario delle parti e verrà nominato su istanza della parte più diligente, dal Presidente della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Savona.
L’arbitro si esprimerà sulla controversia senza formalità di rito, salvo il rispetto del contraddittorio ed il lodo, non ricorribile e vincolante tra le parti senza obbligo di deposito, sarà relativo anche alle spese di arbitrato.
I Consorziati espressamente convengono che il ricorso all’arbitrato non determina la sospensione o l’interruzione degli interventi, opere e quant’altro deliberato dal Consorzio a loro carico.

ART. 17
Addivenendosi in qualsiasi tempo e per qualsiasi causa allo scioglimento del Consorzio, l’assemblea determinerà le modalità di liquidazione, e nominerà uno o più liquidatori determinandone i poteri.

ART. 18
Il funzionamento del Consorzio, anche per quanto riguarda la ripartizione delle spese e dei contributi nonché la ripartizione delle quote di lavoro fra i Consorziati e l’ammissione di nuovi partecipanti sarà meglio disciplinato da un regolamento da approvarsi all’unanimità da tutti i componenti del Consiglio Direttivo e da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei Consorziati.        

IN PRIMO PIANO

Consorzio I FEEL GOOD FINALE via Calvisio 118 17024 Finale Lig. (SV) P.Iva 01333230090 CF 01333230090